venerdì 31 luglio 2015

Normativa - luglio 2015







Normativa - luglio  2015

La normativa del mese di LUGLIO 2015

 

NOTE

 

Prot. n. 21739

Assunzioni personale docente a.s. 2015/16
(22 Luglio)

 

Prot. n. 20299

Nomine in ruolo del personale docente per l'a.s. 2015/16
(10 Luglio)

 

Prot. n. 18600

Assegnazione di dirigenti Scolastici e di docenti - C.M. n.14
(3 Luglio)

 

Prot. n. 6490

Questionario Monitoraggio
(9 Luglio)

 

Prot. n. 4670

Le scuole ad EXPO Milano 2015
(17 Luglio)

 

Prot. n. 4502

A Scuola di OpenCoesione 2015/16
(10 Luglio)

 

Prot. n. 4241

Concorso "I Giovani ricordano la Shoah" a.s. 2015/16
(2 Luglio)

 

Prot. n. 493

Decreto Mobilità per 5 funzionari esperti in gestione dei fondi europei
(13 Luglio)

 

Prot. n. 436

Decreto Commissione
(26 Giugno)

 

DECRETI MINISTERIALI

 

D.M. prot. 499

Iscrizione nell’elenco aspiranti nomina Commissioni esaminatrici
(20 Luglio)

 

DECRETI DIPARTIMENTALI

 

D.D. n. 74

Commissione per la procedura di selezione personale docente e dirigente scolastico
(17 Luglio)

 

ORDINANZE MINISTERIALI

 

O.M. n. 15

Calendario delle festività e degli esami
(20 Luglio)

 

 

Accordi di rete - art 7 - Decreto del Presidente della Repubblica n. 275/99






Decreto del Presidente della Repubblica n. 275/99

 

 

Art. 7
(Reti di scuole)

1. Le istituzioni scolastiche possono promuovere accordi di rete o aderire ad essi per il raggiungimento della proprie finalità istituzionali.

2. L'accordo può avere a oggetto attività didattiche, di ricerca, sperimentazione e sviluppo, di formazione e aggiornamento; di amministrazione e contabilità, ferma restando l'autonomia dei singoli bilanci; di acquisto di beni e servizi, di organizzazione e di altre attività coerenti con le finalità istituzionali; se l'accordo prevede attività didattiche o di ricerca, sperimentazione e sviluppo, di formazione e aggiornamento, è approvato, oltre che dal consiglio di circolo o di istituto, anche dal collegio dei docenti delle singole scuole interessate per la parte di propria competenza.

3. L'accordo può prevedere lo scambio temporaneo di docenti, che liberamente vi consentono, fra le istituzioni che partecipano alla rete i cui docenti abbiano uno stato giuridico omogeneo. I docenti che accettano di essere impegnati in progetti che prevedono lo scambio rinunciano al trasferimento per la durata del loro impegno nei progetti stessi, con le modalità stabilite in sede di contrattazione collettiva.

4. L'accordo individua l'organo responsabile della gestione delle risorse e del raggiungimento delle finalità del progetto, la sua durata, le sue competenze e i suoi poteri, nonché le risorse professionali e finanziarie messe a disposizione della rete dalle singole istituzioni; l'accordo è depositato presso le segreterie delle scuole, ove gli interessati possono prenderne visione ed estrarne copia.

5. Gli accordi sono aperti all'adesione di tutte le istituzioni scolastiche che intendano parteciparvi e prevedono iniziative per favorire la partecipazione alla rete delle istituzioni scolastiche che presentano situazioni di difficoltà.

6. Nell'ambito delle reti di scuole, possono essere istituiti laboratori finalizzati tra l'altro a:

  1. la ricerca didattica e la sperimentazione;
  2. la documentazione, secondo procedure definite a livello nazionale per la più ampia circolazione, anche attraverso rete telematica, di ricerche, esperienze, documenti e informazioni;
  3. la formazione in servizio del personale scolastico;
  4. l'orientamento scolastico e professionale.

7. Quando sono istituite reti di scuole, gli organici funzionali di istituto possono essere definiti in modo da consentire l'affidamento a personale dotato di specifiche esperienze e competenze di compiti organizzativi e di raccordo interistituzionale e di gestione dei laboratori di cui al comma 6.

8. Le scuole, sia singolarmente che collegate in rete, possono stipulare convenzioni con università statali o private, ovvero con istituzioni, enti, associazioni o agenzie operanti sul territorio che intendono dare il loro apporto alla realizzazione di specifici obiettivi.

9. Anche al di fuori dell'ipotesi prevista dal comma 1, le istituzioni scolastiche possono promuovere e partecipare ad accordi e convenzioni per il coordinamento di attività di comune interesse che coinvolgono, su progetti determinati, più scuole, enti, associazioni del volontariato e del privato sociale. Tali accordi e convenzioni sono depositati presso le segreterie delle scuole dove gli interessati possono prenderne visione ed estrarne copia.

10. Le istituzioni scolastiche possono costituire o aderire a consorzi pubblici e privati per assolvere compiti istituzionali coerenti col Piano dell'offerta formativa di cui all'articolo 3 e per l'acquisizione di servizi e beni che facilitino lo svolgimento dei compiti di carattere formativo.

 

martedì 28 luglio 2015

Assunzioni 2015/2016 - Il Piano







Assunzioni 2015/2016 - Il Piano

Il Piano

Assunzioni per il 2015/16 così come previsto dalla 
Legge 107 del 13 luglio 2015.

Il piano di assunzioni si articola in 4 Fasi: 
 0 - A - B - C 

Domanda online

Istruzioni per la compilazione

Faq - aggiornate al 10 agosto

1.      Chi deve presentare la domanda on line per partecipare alle fasi B e C del piano straordinario di assunzioni?
I docenti iscritti a pieno titolo alla data di entrata in vigore della Legge n. 107 del 13 luglio 2015 nelle graduatorie ad esaurimento e nelle graduatorie del concorso a cattedra del 2012 che intendono partecipare al piano straordinario di assunzioni.
La presentazione delle domande –- esclusivamente attraverso il sistema Polis è possibile dalle ore 9.00 del 28 luglio 2015 alle ore 14.00 del 14 agosto 2015.
Le domande presentate con modalità diversa non verranno prese in considerazione.

2.      Chi è presente sia nelle graduatorie del concorso 2012 (D.D.G. n. 82/2012) sia in quelle ad esaurimento, cosa deve fare?
Deve scegliere se vuole partecipare per l'una o per l'altra categoria e deve farlo nel momento della compilazione della domanda online, quando gli verrà chiesto di selezionare, in modo esclusivo, per quale delle due categorie essere trattato.

3.      Ho conseguito la specializzazione sul sostegno: posso scegliere tra posto comune e posto di sostegno?
Sì, lo prevede la Legge n. 107 del 13 luglio 2015 all'art. 1, comma 100.
Durante la compilazione della domanda online di partecipazione al piano straordinario di assunzioni, si dovrà scegliere se essere trattati, prioritariamente, per i posti di sostegno e, poi, per i posti comuni, o viceversa. La scelta effettuata opererà nell'ambito di ciascuna provincia, nell'ordine in cui le province sono espresse dall'aspirante docente.

4.      Come avviene la scelta delle province?
Nel corso della compilazione della domanda online, si dovranno selezionare, una per una, le province in ordine di preferenza, ordine che sarà seguito dalla procedura nell'assegnazione del primo posto disponibile da proporre al candidato per la nomina.
L'aspirante deve indicare l'ordine di gradimento delle 100 province proposte dalla funzione disponibile. La scelta può essere effettuata in base alla regione di appartenenza o in ordine sparso. Poiché in base alle disposizioni del comma 100 della Legge 107 del 13 luglio 2015, le province devono essere tutte obbligatoriamente espresse, la domanda non potrà essere confermata ed inviata finché le province non saranno tutte espresse.
L'aspirante docente può salvare la domanda ed inviarla anche in un secondo momento.

5.      Sono iscritto a pieno titolo nelle graduatorie ad esaurimento delle classi di concorso X, Y e Z. Partecipo al piano straordinario di assunzioni e ricevo una proposta di nomina nella Fase B per la classe di concorso Y. Decido di accettare. Resto iscritto nelle graduatorie ad esaurimento delle classi di concorso X e Z?
No, dopo l'accettazione della nomina si viene cancellati da tutte le altre graduatorie in cui si è iscritti.

6.      Sono iscritto a pieno titolo nella graduatoria ad esaurimento delle classe di concorso X. Partecipo al piano straordinario di assunzioni e ricevo una proposta di nomina nella Fase B che decido di rifiutare. Partecipo alla Fase C?
No, ai sensi dell'art. 1, comma 102 della Legge 107 del 13 luglio 2015, chi rinuncia alla proposta di assunzione formulata a partire dalla fase a) non può partecipare alle fasi successive del piano assunzionale.

7.      Devo presentare due distinte domande di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni?
No, la domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano assunzionale è unica e deve essere presentata dalle ore 9.00 del 28 luglio 2015 alle ore 14.00 del 14 agosto 2015.

8.      Se non ricevo la proposta di nomina nella fase b) la mia domanda, nella fase c) come sarà trattata?
La domanda sarà trattata scorrendo le stesse preferenze già espresse con l'unica domanda di partecipazione al piano straordinario di assunzioni.

9.      Sono iscritto nelle graduatorie di merito del concorso 2012. Se non presento la domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni cosa succede?
Se non ricevo una proposta di assunzione nelle fasi zero e A e non presento domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano assunzionale, non potrò ricevere ulteriori proposte di assunzione negli anni scolastici successivi in quanto l'a.s. 2015/2016 è l'ultimo anno di vigenza delle graduatorie del concorso 2012 e la Legge n. 107 del 13 luglio 2015 prevede l'indizione del nuovo concorso entro il 1 dicembre 2015.

10. Sono iscritto nelle graduatorie ad esaurimento. Se non presento la domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni cosa succede?
Se non ricevo una proposta di assunzione nelle fasi zero e A e non presento domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano assunzionale, non potrò partecipare al piano straordinario di assunzioni e rimarrò iscritto nelle graduatorie fino al loro esaurimento (vedi anche FAQ n. 18)

11. Sono iscritto sia nelle graduatorie del concorso 2012 (D.D.G. n. 82/2012) sia in quelle ad esaurimento, e scelgo di partecipare alle fasi b) e c) del piano assunzionale per il concorso. Se non accetto la proposta di nomina, rimango nelle graduatorie ad esaurimento per una successiva nomina?
No. Al momento della compilazione della domanda l'aspirante deve scegliere se vuole partecipare al piano assunzionale per l'una o per l'altra categoria, in modo esclusivo. I soggetti che non accettano la proposta di assunzione eventualmente effettuata in una fase non partecipano alle fasi successive e sono, definitivamente, espunti da tutte le graduatorie.
Dunque, se si è scelto di partecipare per il concorso, si è espunti anche dalle graduatorie ad esaurimento e viceversa.

12. Nella proposta di nomina delle fasi B e C (procedura nazionale), inviata tramite Polis, viene assegnata anche la scuola di servizio ?
No. La proposta di nomina riporta esclusivamente la provincia, l'ordine di scuola, la classe di concorso, posto comune/posti di sostegno, in cui si è stati nominati. Se la proposta verrà accettata, la scuola di servizio sarà assegnata successivamente.

13. Sono stato nominato nella fase Zero sulla classe di concorso X ed ho rinunciato. Posso ricevere una proposta di nomina nella fase A per la stessa classe di concorso per cui ho rinunciato?
No, nella successiva fase A posso ricevere una proposta di nomina solamente per un grado di istruzione, classe di concorso/tipo posto diverso da quello per cui ho rinunciato.

14. Sono iscritto nelle graduatorie ad esaurimento in III fascia per la classe di concorso X con 100 punti ed in III fascia in quelle della classe di concorso Y con 90 punti. Come verranno esaminate le due posizioni di graduatoria?
Per ogni provincia indicata in ordine di preferenza l'aspirante è esaminato, prima, nella classe di concorso dove ha riportato il punteggio più alto (100 punti) e, successivamente, nell'altra classe di concorso dove ha riportato il punteggio inferiore (90 punti).

15. Ho confermato ed inviato la domanda di partecipazione al piano straordinario di assunzioni, ma solo successivamente mi sono reso conto di dover modificare l'ordine di alcune province da me indicato. Lo posso ancora fare?
SiSì. Fino alla data di scadenza della procedura (ore 14,00 del 14 agosto 2015), posso modificare i dati trasmessi anche nel caso siano stati inviati in modo definitivo, ritirando l'istanza, apportando le modifiche desiderate, confermando e inviando nuovamente la domanda.

16. Ho presentato l'istanza di partecipazione al piano straordinario, ma solo successivamente mi è pervenuta da parte dell'ufficio scolastico una proposta di nomina alla fase a) ed ho accettato. Cosa devo fare? Devo cancellare la domanda di partecipazione alle fasi nazionali b) e c)?
Posso cancellarla. In ogni caso, l'Ufficio Scolastico Regionale provvederà a comunicare al sistema informativo la nomina effettuata e, conseguentemente, la domanda di partecipazione non verrà trattata.

17. Quali sono le province per le quali occorre esprimere le preferenze?
Sono tutte le 100 province italiane ad eccezione di quelle di nuova istituzione che non sono esprimibili: Monza e Brianza, Barletta Andria Trani, Olbia Tempio, Ogliastra, Carbonia Iglesias, Medio Campidano, Fermo.

18. Se non presento la domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni, potrò comunque essere assunto in futuro?
Naturalmente non si potrà essere assunti nel 2015/2016, proprio perché non si è presentata la domanda.
Per quanto riguarda gli anni successivi, va ricordato che nel 2016/2017 cambierà la geografia dei posti vacanti e disponibili poiché molti di questi potranno essere occupati dal personale già di ruolo nel 2014/2015 a seguito del piano straordinario di mobilità previsto dal comma 108 della legge 107/2015. Quindi, i primi scorrimenti nelle graduatorie ad esaurimento che eventualmente rimarranno in vigore dopo il piano straordinario potrebbero non avvenire prima del 2017/2018. Va inoltre ricordato che le graduatorie non esaurite potranno essere scorse solo nel limite del 50 per cento dei posti vacanti e disponibili della provincia di riferimento, poiché il rimanente 50 per cento è riservato al prossimo concorso che sarà bandito entro il 1° dicembre 2015. Infine, la distribuzione dei posti per classe di concorso dipenderà anche dal fabbisogno espresso dalle scuole con i Piani triennali dell’offerta formativa e, dunque, ad oggi non è conosciuta.

19. Se non presento la domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni, avrò la possibilità di continuare comunque a lavorare nella scuola statale in qualità di supplente?
Entro il limite del periodo massimo di 36 mesi consentito dall’articolo 1, comma 131, della legge 107/2015. E solo nel caso in cui vi siano posti disponibili.
Occorre tener presente che nel 2015/2016 non rimarranno posti vacanti e disponibili poiché saranno tutti occupati al termine del piano assunzionale straordinario. Anche nel 2016/2017 con ogni probabilità non vi saranno posti vacanti e disponibili in molte province poiché potranno essere occupati dal personale già di ruolo nel 2014/2015 a seguito del piano straordinario di mobilità previsto dal comma 108 della citata legge 107/2015. Inoltre, l’Amministrazione svolgerà concorsi con cadenza regolare e dunque tutti i posti vacanti e disponibili potranno in ogni caso essere occupati dai vincitori dei concorsi stessi, senza dunque che ne rimangano da coprire con supplenze. In conclusione, il fabbisogno di supplenti sarà più basso in futuro rispetto a quanto accaduto sino al 2014/2015, sarà limitato all’organico di fatto e sarà distribuito geograficamente in maniera diversa.

20. Quando saranno effettuate le proposte di incarico a tempo indeterminato per le fasi B e C ? Prima o dopo le proposte di supplenza sino al termine delle attività didattiche ?
Gli USR inizieranno le operazioni di conferimento delle supplenze sino al termine delle attività didattiche, per la copertura dei posti disponibili, ma non vacanti, dell’organico di fatto (vedi anche FAQ 21), prima del termine previsto per l’accettazione delle proposte di incarico a tempo indeterminato.

21. Se ho accettato una supplenza annuale o sino al termine delle attività didattiche prima che mi venga proposto l’incarico a tempo indeterminato, dovrò lasciare la supplenza per poter accettare la proposta ?
No, si potrà proseguire il contratto di supplenza sino al suo termine naturale e, contemporaneamente, accettare la proposta di incarico a tempo indeterminato. La legge prevede, in questo caso, che la nomina a tempo indeterminato sia giuridica a decorrere dal primo settembre 2015, mentre la presa di servizio sul posto a tempo indeterminato dovrà avvenire solo al termine del contratto di supplenza in essere.

22. Corro il rischio che tutti i posti a tempo indeterminato nella mia provincia siano occupati da colleghi che l'hanno indicata come seconda, terza o persino centesima preferenza?
La fase B del piano assunzionale è preceduta dalla fase A, che garantisce a tutti di trovar posto nella propria provincia, entro il limite dei posti disponibili. Anche per quanto riguarda la fase C, l'allocazione degli aspiranti ai posti avverrà secondo il meccanismo previsto dalla legge 107/2015, che salvaguarda le aspettative di tutti, consentendo di esprimere l'ordine di preferenza tra le province. In particolare, anche per la fase C l'assegnazione degli aspiranti ai posti avverrà con una particolare attenzione a garantire - al massimo delle possibilità - che ciascuno sia assegnato proprio alla prima tra le province secondo l'ordine delle preferenze espresse. Solo se nella prima provincia non sarà possibile trovare posto, perché tutti i posti risulteranno occupati da altri soggetti con maggior punteggio che hanno scelto quella provincia come prima, allora capiterà che la proposta di incarico a tempo indeterminato sarà effettuata per una provincia diversa.

23. Se sono nominato in una provincia diversa da quella che preferivo maggiormente, dopo quanto tempo e con quali regole potrò fare domanda per rientrare nella mia provincia ?
Si potrà far domanda per rientrare nell’ambito territoriale che maggiormente si preferisce già per l’anno scolastico 2016/2017, in deroga all’ordinario vincolo triennale di permanenza nella provincia di prima assegnazione. Le domande saranno effettuate per i nuovi ambiti territoriali, di dimensione inferiore a quella provinciale o della città metropolitana. Infatti, la legge sulla buona scuola prevede che nell’anno scolastico 2016/2017 vi sia un piano straordinario di mobilità territoriale e professionale su tutti i posti vacanti e disponibili nell’organico dell’autonomia (posti comuni, di sostegno e per il potenziamento dell’offerta formativa). In particolare, è previsto che i neoassunti a settembre 2015, provenienti dalle graduatorie ad esaurimento, possano partecipare nel 2016/2017, in subordine ai colleghi già di ruolo nel 2014/2015, alle operazioni di mobilità su tutti gli ambiti territoriali a livello nazionale, in deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia di prima assegnazione. Inoltre, il CCNI sulle assegnazioni ed utilizzazioni provvisorie prevede che i docenti neoassunti a settembre 2015 possano presentare domanda, motivata, per l’assegnazione provvisoria interprovinciale.

24. Quando saranno effettuate le proposte di incarico a tempo indeterminato ?
Le proposte in questione saranno effettuate, per la fase B, indicativamente tra la fine di agosto e i primi giorni di settembre, mentre per la fase C ciò avverrà entro il mese di novembre.
Si raccomanda di consultare periodicamente il sito internet del Ministero. Infatti, sul sito saranno pubblicati, al riguardo, maggiori dettagli.

 

25. Sono destinatario di una proposta di assunzione a tempo indeterminato, ma ho un impedimento ad accettarla immediatamente, pur potendolo invece fare in un momento successivo. Posso chiedere al Ministero di posporre la presa di servizio?
Chiunque abbia un impedimento a prendere servizio nel momento indicato dall'Amministrazione potrà presentare, tempestivamente, una specifica istanza indirizzata all’Ufficio scolastico Regionale in cui sono descritte le motivazioni per cui è necessario posporre la presa di servizio medesima (ad esempio chi ha la necessità di fornire al precedente datore di lavoro il preavviso in caso di dimissioni volontarie). L'Ufficio scolastico Regionale ha il compito di valutare l'accoglibilità della richiesta, tenuto conto delle esigenze manifestate, del tempo richiesto e del momento in cui è stata effettuata la proposta di assunzione, al fine di salvaguardare le necessità manifestate

fonte: Miur

Assunzioni 2015/2016 - Fase C







Assunzioni 2015/2016 - Fase C

Fase C

È la fase dedicata alla copertura dei posti per il potenziamento dell’offerta formativa così come previsto dalla Legge 107/2015.
Tali posti a livello nazionale sono 55.258 e ciascun USR ha a disposizione il contingente di posti previsto dalla
Tabella 1 allegata alla Legge.

I posti del potenziamento sono ripartiti fra le classi di concorso in base al fabbisogno di docenti, inclusi i collaboratori del dirigente scolastico, che le scuole comunicano al sistema informativo dal 21 settembre al 5 ottobre e che gli USR verificano immediatamente dopo tenendo conto delle graduatorie.

L’aspirante docente è nominato nella prima provincia nella quale siano disponibili posti di potenziamento per l’insegnamento per cui concorre. Tale provincia è individuata scorrendo l’ordine di preferenza indicato nella domanda.

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo iscritti a pieno titolo nelle graduatorie ad esaurimento e nelle graduatorie del concorso 2012 che non hanno avuto una proposta di nomina nelle fasi precedenti.

Cosa fa l'aspirante

L’aspirante docente, successivamente alla comunicazione del fabbisogno da parte delle scuole, verifica su Istanze Online se ha ricevuto una proposta di nomina. In caso positivo, sempre su Istanze Online, deve accettare o rifiutare tale proposta entro i successivi dieci giorni.

Sul sito del Ministero saranno pubblicati ulteriori dettagli entro il mese di ottobre.

Cosa fa l'USR

L’USR verifica le esigenze comunicate dalle scuole a livello di provincia.

Cosa fa la scuola

La scuola si occupa della stipula dei contratti.

Importante

Chi rinuncia alla nomina è automaticamente cancellato da tutte le graduatorie in cui è iscritto.

Documenti utili

·         Legge 107/2015

o    Tabella 1

·         DDG 767 del 17/07/2015

·         Nota Prot. 21739 del 22/07/2015

o    Rettifica

 

Il Piano

Assunzioni per il 2015/16 così come previsto dalla 
Legge 107 del 13 luglio 2015.

Il piano di assunzioni si articola in 4 Fasi: 
 0 - A - B - C 

fonte: Miur
Scheda FLC CGIL fasi b) e c) assunzioni docenti a.s. 2015-2016

Assunzioni 2015/2016 - Fase B






Fase B

Questa Fase prevede la copertura dei posti di organico di diritto rimasti vacanti e disponibili dopo la Fase A.
Le proposte di nomina vengono effettuate esclusivamente tramite sistema informativo.
L’aspirante docente è nominato nella prima provincia nella quale vi sia disponibilità per l’insegnamento per cui concorre. Tale provincia è individuata scorrendo l’ordine di preferenza indicato nella domanda.

Chi partecipa

Gli aspiranti docenti non di ruolo iscritti a pieno titolo, alla data di entrata in vigore della Legge 107/2015, nelle graduatorie a esaurimento e nelle graduatorie del concorso 2012 che non hanno avuto una proposta di nomina nelle fasi precedenti.

Cosa fa l'aspirante

L’aspirante docente deve presentare domanda esclusivamente tramite sistema informativo. Il modulo di domanda è disponibile su Istanze Online del sito MIUR dalle ore 9:00 del 28 luglio alle ore 14:00 del 14 agosto.
La domanda è valida per questa fase e per la successiva.

Per questa attività è previsto, nello stesso periodo, un
servizio di assistenza telefonica.

Poiché il periodo previsto per la presentazione delle domande si sovrappone con le procedure di assunzione per le Fasi Zero ed A, si raccomanda a tutti gli aspiranti di fare comunque la domanda. Le domande di coloro che verranno assunti nelle citate Fasi Zero ed A non verranno prese in considerazione.

Al momento della compilazione della domanda, gli aspiranti docenti in possesso di specializzazione sul sostegno esprimono l'ordine di preferenza fra posti di sostegno e posti comuni, specificando altresì l'ordine di preferenza fra tutte le provincie.

Le proposte di assunzione sono effettuate esclusivamente tramite il sistema informativo, all'inizio di settembre. Gli aspiranti docenti avranno dieci giorni di tempo dal momento di ricezione della proposta per accettarla o rifiutarla, sempre tramite il sistema Istanze Online. La mancata accettazione equivarrà al rifiuto.

Sul sito internet del Ministero potranno essere pubblicate ulteriori informazioni al riguardo.

Cosa fa l'USR

Fornisce indicazioni sull’assegnazione della sede di servizio all’aspirante che ha ricevuto una proposta di nomina.

Cosa fa la scuola

La scuola si occupa della stipula dei contratti.

Importante

Chi rinuncia alla nomina è automaticamente escluso dalle fasi successive ed è cancellato da tutte le graduatorie in cui è iscritto.

Documenti utili

·         Legge 107/2015

·         DDG 767 del 17/07/2015

·         Nota Prot. 21739 del 22/07/2015

o    Rettifica

o    Contingente

 

Il Piano

Assunzioni per il 2015/16 così come previsto dalla 
Legge 107 del 13 luglio 2015.

Il piano di assunzioni si articola in 4 Fasi: 
 0 - A - B - C 

fonte: Miur
Scheda FLC CGIL fasi b) e c) assunzioni docenti a.s. 2015-2016