sabato 18 giugno 2016

Miur - Normativa MAGGIO 2016









La normativa del mese di MAGGIO 2016

 

NOTE

Prot. n.14599 

Operazioni di attribuzione degli incarichi dirigenziali
(24 maggio)

 

Prot. n.11945 

Comparto scuola sciopero 20 maggio
(9 maggio)

 

Prot. n.11557 

Comparto scuola sciopero 12 maggio
(4 maggio)

 

Prot. n.7938 

Nona giornata della donazione del sangue nel MIUR
(30 maggio)

 

Prot. n.7938 

USR Marche – incarichi reggenza DS 
(20 maggio)

 

Prot. n.5498 

Esami Stato abilitazione esercizio libere professioni
(20 maggio)

 

 

 

 

Prot. n.5241 

Pubblicazione ulteriori esempi di 2ª prova scritta/esami di Stato 2016
(13 maggio)

 

Prot. n.5081 

Termini di scadenza Bando "Il gioco - Biennale dei Licei artistici" 
(12 maggio)

 

Prot. n.4967 

OLIMPIADI DI FILOSOFIA – XXIV EDIZIONE A.S. 2015-2016 – GRADUATORIA SUMMER SCHOOL
(09 maggio)

 

Prot. n.4786 

INIZIATIVE LA BIENNALE DI VENEZIA
(4 maggio)

 

Prot. n.4764 

“Festival Internazionale del cortometraggio sull’ambiente”
(4 maggio)

 

Prot. n.4250 

“La scuola al centro”
(17 maggio)

 

Prot. n.4213 

17 maggio - Giornata internazionale contro l’omofobia
(16 maggio)

 

Prot. n.491 

“Iniziative didattiche e formative volte ad approfondire il tema del terrorismo e a conservare tra i giovani la memoria di tutte le vittime del terrorismo, interno e internazionale e delle stragi di tale matrice
(31 maggio)

 

Prot. n.3742 

Giornata Mondiale dell'Alimentazione 2016
(3 maggio)

 

ORDINANZE MINISTERIALI

O.M. n.316 

O.M. modifica data prova nazionale esame primo ciclo
(23 Maggio)

 

 

Miur - Normativa APRILE 2016









La normativa del mese di APRILE 2016

 

NOTE

Prot. n.10826 

Comparto Scuola. Cub Scuola Università Ricerca Sciopero 12 maggio 2016
(27 aprile)

 

Prot. n.6678 

Aspiranti componenti commissioni giudicatrici concorso docenti regione Calabria
(13 aprile)

 

Prot. n.4341 

CreArtes Festival della Creatività Studentesca”- anno 2016 
(20 aprile)

 

Prot. n.4063 

OLIMPIADI DI FILOSOFIA - XXIV EDIZIONE 2015-2016 - FINALE NAZIONALE 
(12 aprile)

 

Prot. n.3919 

Seminari "CLIL nei Licei Linguistici"
(8 aprile)

 

Prot. n.3896 

"Dai luce alla vita…non abBattere i tuoi sogni" 
(8 aprile)

 

Prot. n.3895 

CONCORSO "TABULA PRAENESTINA" 2016 
(8 aprile)

 

Prot. n.3732 

Gara Nazionale per gli alunni degli istituti tecnici e professionali 
(5 aprile)

 

Prot. n.3573 

EXPO Milano 2015 
(27 aprile)

 

Prot. n.3557 

Concorso Nazionale “Crescere Cittadini” 
(28 aprile)

 

Prot. n.3528 

LABORATORI DI CITTADINANZA DEMOCRATICA CONDIVISA E PARTECIPATA 
(22 aprile)

 

Prot. n.3515 

Avviso per gli esami di stato: a.s. 2015/2016 
(18 aprile)

 

Prot. n.3380 

Avviso pubblico "Giovani e Legalità" 
(18 aprile)

 

Prot. n.3318 

Centro per il libro e la lettura 
(15 aprile)

 

Prot. n.3256 

“Matteotti per le Scuole” 
(13 aprile)

 

Prot. n.3256 

“Matteotti per le Scuole” 
(13 aprile)

 

Prot. n.3248 

BANDO LABORATORI DI CITTADINANZA DEMOCRATICA CONDIVISA E PARTECIPATA 
(13 aprile)

 

Prot. n.3007 

Salone Internazionale del Libro di Torino 
(8 aprile)

 

Prot. n.1604 

Settimana nazionale della musica a scuola: 16-21 Maggio 2016 
(5 aprile)

 

 

Nuovo concorso per dirigenti scolastici: pronto il regolamento

Nuovo concorso per dirigenti scolastici - pronto il regolamento








Il 14 giugno il testo del Regolamento è stato trasmesso 
al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.

Il Regolamento, dopo il parere del CSPI, passerà al vaglio 
del Consiglio di Stato e successivamente potrà essere 
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. 

Il corso-concorso sarà nazionale.
Prevede che il concorso sia articolato in tre fasi:

prova preselettiva (se il numero dei concorrenti sarà almeno tre 
volte superiore al numero dei posti messi a concorso);

in una prova scritta e in una prova orale;

corso di formazione dirigenziale e tirocinio, 4 mesi più altri 4 mesi.

Schema di decreto ministeriale del 14 giugno 2016 regolamento concorso dirigenti scolastici

2016/2017 - Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie: principali novità










Ipotesi CCNI scuola utilizzazioni e assegnazioni provvisorie a.s. 2016-2017 del 15 giugno 2016

le novità più significative.

  1. Tutte le domande sia di utilizzazione che di assegnazione provvisoria, in quanto provvedimenti annuali, saranno direttamente su scuola e non su ambito territoriale.
  2. Si conferma il numero di preferenze esprimibili (20 nella primaria e infanzia, 15 nella secondaria) sia per preferenze specifiche (scuole) che sintetiche (comune, distretto, provincia).
  3. Tali operazioni annuali verranno effettuate sia sui posti residui dell’organico di diritto(fatta salva la quota destinata alle nuove assunzioni a tempo indeterminato per il 2016/2017), compresi i posti assegnati sul potenziamento, che sui posti in deroga(organico di fatto) ai sensi del comma 69 della legge 107/15.
  4. Oltre alle tradizionali domande di utilizzazione (per i perdenti posto trasferiti d’ufficio, su sostegno per chi ha titolo, sui posti di lingua inglese nella primaria, sui licei musicali, ecc …) potranno presentare domanda anche i docenti della ex DOS che hanno chiesto la conferma senza ottenerla.
  5. Per quanto riguarda gli utilizzi dei docenti delle classi di concorso A031, A032 e A077 neilicei musicali (art. 6-bis) si è sostanzialmente confermato quanto già previsto lo scorso anno al fine di garantire il massimo di continuità possibile (anche per i neo assunti 2015/2016 in servizio nei licei musicali con contratto a tempo determinato per l’anno in corso), in attesa che si possa pervenire quanto prima alla stabilizzazione di questi docenti. Regolate anche le modalità per operare nella possibile (ancorché poco probabile) situazione di contrazione di ore ai fini della conferma.
  6. L’assegnazione provvisoria potrà essere richiesta da parte di tutti i docenti (quindi anche dai docenti che diventeranno titolari di ambito ed anche da parte dei neo assunti 2015/2016 in deroga al blocco triennale) purché in possesso di uno dei requisiti previsti. La domanda potrà essere richiesta (in subordine) anche per altri tipi di posto e diversi gradi di scuola, ma solo a condizione che già sia avvenuta la conferma in ruolo. 
  7. La provincia di destinazione può essere una sola, salvo per i docenti neo-immessi da concorso in fase B e C che possono indicarne, in sub ordine, più di una, purché appartenenti alla stessa regione in cui è stato effettuato il concorso.
  8. Oltre alla consueta possibilità di “scambio di posto” tra coniugi, anche tra province diverse (se entrambi della stessa tipologie di posto o classe di concorso) tale possibilità viene estesa “in via eccezionale” a coloro che hanno chiesto l’assegnazione provvisoria interprovinciale senza ottenerla, sempre a pari requisiti di classe di concorso o posto. Il Miur, d’intesa con i sindacati, darà indicazioni operative agli USR al fine di assicurare modalità trasparenti ed omogenee.
  9. L’età dei figli, per poter fruire della precedenza da parte delle madri e dei padri, è stata elevata da 3 a 6 anni poi, in subordine, fino a 12 anni, ma solo nelle assegnazioni provvisorie interprovinciali. Ovviamente tale estensione si applica non solo a tutti i docenti ma anche al personale educativo e ATA.
  10. Nulla è innovato per il personale educativo.
  11. Nulla è innovato per il personale ATA. Sono state ampliate le possibilità di utilizzo in caso di esubero, Dsga compresi.
  12. Nulla è innovato per quanto riguarda la valutazione dei titoli sia per le utilizzazioni che per le assegnazioni provvisorie in riferimento alla tabella del CCNI 2016/2017 sulla mobilità. (FLC CGIL)

 

domenica 12 giugno 2016

Flc Cgil - Bonus docenti: finalmente comunicato alle scuole l’ammontare delle risorse. Manca ancora sui POS parte di quelli del MOF









Bonus docenti: finalmente comunicato alle scuole l’ammontare delle risorse. Manca ancora sui POS parte di quelli del MOF

Dopo lunga attesa il MIUR comunica le risorse per la valorizzazione docente. Le scuole invece scontano la difficoltà di pagare le attività svolte perché ancora non sono stati accreditati i 4/12 e le economie del 2015.

 

09/06/2016

 

Finalmente, dopo reiterate sollecitazioni da parte nostra e dopo vani e svariati annunci di imminente comunicazione dei fondi da parte del MIUR, oggi alle scuole è stato comunicato l’ammontare dei fondi relativi al bonus docenti.

Nel frattempo le istituzioni scolastiche hanno lavorato un po’ al buio sulla problematica dell’attribuzione del bonus, anche perché fortemente e impropriamente sollecitate dall’Amministrazione a fare presto anche in assenza dei fondi. E i fondi sono stati comunicati a lezioni finite.

La nota della Direzione generale delle risorse ricorda che il fondo è destinato esclusivamente ai docenti a tempo indeterminato, mentre sono esclusi i docenti con incarico a tempo determinato. Si tratta di una delle tante iniquità e discriminazioni contenute nella legge 107/15 sulla quale stiamo, insieme agli altri sindacati, valutando la presentazione di un ricorso legale.

Si ricordano inoltre i criteri dell’attribuzione: per l’80% in relazione al numero dei docenti di ruolo della scuola, mentre il restante 20% è stato ripartito sulla base della percentuale degli alunni con disabilità, degli alunni con cittadinanza non italiana, del numero medio degli alunni per classe, del numero di scuole in comune montano o in piccole isole sul totale delle scuole dell’Istituto.

Per come attribuire al personale tali risorse che sono state definite dalla stessa legge 107/15“salario accessorio”, la nostra posizione è nota: si rende necessario un passaggio negoziale(sotto forma di intesa, di protocollo condiviso o di contrattazione) a livello di istituzione scolastica, l’unica modalità in grado di rispettare il complesso della normativa speciale che riguarda la retribuzione e che la stessa legge 107/15, in quanto norma ordinaria, non può intaccare.

Occupandoci, infine, di risorse per il personale non possiamo non ricordare che ancora alle scuole non sono stati caricati sui POS i fondi del MOF 2015/2016 relativi ai 4/12 e alle economie del 2015. È evidente che se ciò non avviene tempestivamente le segreterie non saranno in grado di liquidare i compensi neppure per il cedolino del mese di luglio.

Siamo impegnati a sollecitare il MIUR a superare le lentezze dei controlli del MEF che creano questa situazione di incertezza amministrativa nelle scuole.

 

giovedì 9 giugno 2016

Cassazione: per i licenziamenti nel pubblico impiego si devono applicare le regole dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori e non la legge Fornero










Con sentenza n. 11868 del 9 giugno 2016, la Corte di Cassazione ha evidenziato come, 
per quanto riguarda i licenziamenti nel pubblico impiego, si debbano applicare le 
regole dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori e non la legge Fornero (Legge n. 92/2012).
I giudici della Suprema Corte hanno sottolineato come, fin tanto non vi sarà un intervento 
normativo di armonizzazione tra le due normative, non possono estendersi ai dipendenti delle 
pubbliche amministrazioni le modifiche apportate dalla Riforma Fornero all’articolo 18 della 
legge 300/1970, “con la conseguenza che la tutela da riconoscere a detti dipendenti in caso 
di licenziamento illegittimo resta quella assicurata dalla previgente formulazione della norma”.

venerdì 3 giugno 2016

FLC CGIL - Il trattamento di disoccupazione - Scheda illustrativa delle nuove prestazioni previste dal Jobs Act









L’indennità di disoccupazione alla luce del Jobs Act

Le nuove misure a sostegno del reddito in caso di disoccupazione involontaria del lavoratore riassunte in una guida.

31/05/2016

La legge 183 del 10 dicembre 2014 -  “Deleghe al Governo in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonché in materia di riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell' attività ispettiva e di tutela e conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro" - nel dettare le linee guida per la riforma del sistema degli ammortizzatori sociali distingue nettamente, fra le misure destinate ad assicurare, in caso di disoccupazione involontaria, tutele uniformi e legate alla storia contributiva dei lavoratori e le misure intese a salvaguardare i livelli occupazionali a fronti di particolari eventi o crisi aziendali sia di breve che di lunga durata.

Scarica la guida

Con l’entrata in vigore del D.Lgs 22 del 4 marzo 2015 Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183” entrato a regime il 1 maggio del 2015 è stata istituita una indennità mensile di disoccupazione, denominata “Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASPI)”, avente la funzione di fornire una tutela di sostegno al reddito ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione. Una serie di misure, quindi, a sostegno del reddito che vanno lette e viste alla luce del successivo D.Lgs 150/2015 che ha istituito l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) chiamata a coordinare la Rete Nazionale delle politiche attive. Le precedenti misure di integrazione salariale che spettavano ai lavoratori assicurati contro la disoccupazione -  l’ Assicurazione sociale per l’Impiego (cd. Aspi) e la Mini Aspi introdotte con la l. 92/2012 cd. riforma Fornero – sono state pertanto   sostituite dalla nuova disciplina ossia dalla NASPI. Sono destinatari della NASPI i lavoratori dipendenti, pubblici e privati, ivi compresi gli apprendisti; i soci lavoratori di cooperativa che abbiano stabilito, con la propria adesione o successivamente all'instaurazione del rapporto associativo, un rapporto di lavoro in forma subordinata, il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato.

Per i lavoratori in collaborazione coordinata e continuativa (esclusi gli amministratori e i sindaci) iscritti alla gestione separata dell’INPS, compresi quelli in forza presso le pubbliche amministrazioni, che hanno perduto involontariamente l’occupazione, è stata introdotta in via sperimentale la DIS-COLL. Inizialmente tale misura era relativa ai casi di disoccupazione involontaria verificatisi dal 1 gennaio al 31 dicembre 2015. Successivamente è stata prorogata dalla legge di stabilità anche per il 2016 nel limite di 54 milioni di euro e nel 2017 per 24 milioni di euro.  

La guida allegata si occupa della NASPI nei suoi vari aspetti, ivi compreso l’Assegno di ricollocazione e l’ASDI (assegno di disoccupazione), e della DIS-COLL ovvero dell’indennità di disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi.

 

M.I.U.R. – Nota prot. n° 15382 del 01-06-2016 – Graduatorie di circolo e di istituto di 1° fascia A.T.A. – L’applicazione per l’invio on-line del modello di domanda (all. G) sarà disponibile a partire dalle ore 9.00 del 3 giugno










Graduatorie di circolo e di istituto di 1° fascia A.T.A.  
L’applicazione per l’invio on-line del modello di domanda (all. G) 
sarà disponibile a partire dalle ore 9.00 del 3 giugno. 
(prot. n. 15382 dell’1-6-2016)

Legge 89 del 26 maggio 2016 - Conversione con modificazioni dl 42-16 (decreto scuola e ricerca)










TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 29 marzo 2016, n. 42
Testo del decreto-legge 29 marzo 2016, n. 42 (in Gazzetta Ufficiale -
Serie generale - n. 73 del 29 marzo 2016), coordinato con la legge di
conversione 26 maggio 2016 , n. 89, recante: «Disposizioni urgenti
in materia di funzionalita' del sistema scolastico e della ricerca.».
(16A04073) - (GU n.124 del 28-5-2016)